Amministrazione digitale: sono passati altri 3 anni ma…

1997-2007 – DIECI ANNI DI DOCUMENTI INFORMATICI A CHE PUNTO SIAMO CON L ‘AMMINISTRAZIONE DIGITALE ? + ALTRI TRE ANNI MA…….

Di Massimo Penco

In epoca di ulteriore “rimescolamento” del Codice dell’ Amministrazione digitale dove da tutte le parti si leggono articoli commenti e quanto altro mi è sembrato doveroso tirare fuori un Convegno tenutosi a Roma nel Maggio 2007 dal titolo piuttosto significativo “1997-2007 – DIECI ANNI DI DOCUMENTI INFORMATICI A CHE PUNTO SIAMO CON L’AMMINISTRAZIONE DIGITALE ? “ con una piccola traccia del lungo intervento del Prof. Franco Bassanini che sedeva la mio fianco con una breve scambio significativo di battute iniziali. Ci sarebbe tra trarre lezione da questo importante convegno, l’intero video è fortunatamente conservato al link evidenziato nel titolo, tutto da ascoltare in quanto mai come oggi le parole dette in quel convegno siano attuali, dove alcuni partecipanti, ancora oggi cercano di far cambiare le cose. Invece sono passati altri 3 anni siamo ormai a TREDICI dalla legge Bassanini, cosa è cambiato ? dico anche io nulla, contrariamente a quanto con amarezza detto dall’amico Franco, anzi la situazione è ancor di più peggiorata. Al già proliferare di norme se ne sono aggiunte numerose confusionarie altre ancora ed ora la riforma della riforma dell’accozzaglia di leggi, regolamenti, circolari. Il grafo richiamato nel convegno dallo stesso Bassanini  non è più sufficiente a contenerle. Tutto è fermo anzi si è involuto come “L’involuzione del francobollo” la PEC da me annunciata con il mio intervento al convegno stesso, ripetuto poi in altri seminari e convegni. Che dire ma sopratutto che fare , forse come mi dice qualcuno nulla perchè nulla accade i governi ministri dell’Innovazione si susseguono di diverso colore ed orientamento politico ma nulla cambia nel sistema di legiferare su tutto, infilando norme su norme in provvedimenti definiti “OMNIBUS” dove c’è di tutto e di più. L’unica cosa che veramente cambia è la tecnologia che va comunque avanti infischiandosene delle leggi della PEC,CEC,PAC e quanto altro di diabolicamente escogitato da coloro che sono al potere, tanto per citare un esempio dei più banali gli impiegati della pubblica amministrazione, i parlamentari, i carabinieri, la polizia e qui l’elenco sarebbe lungo hanno ed usano finalmente la posta elettronica basta fare un giro nei siti web relativi e ce ne accorgiamo, è già perchè buona parte della PA hanno siti web ed allora perchè complicargli la vita con PEC CEC PAC il genio italico alla fine fa da solo, e se non rispondono ? lo hanno fatto finora con le raccomandate credete che cambi qualcosa con la PEC ???

Your Turn To Talk

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.